Il porfido altoatesino

La pietra naturale locale da vicino-  l' Associazione delle Pietre Altoatesine invita assieme all' Ordine degli architetti tutte le persone interessate a visitare i siti d'estrazione della pietra locale. Venerdì, 28 agosto 2015  ca. 30 architetti altoatesini avevano l'occasione di sapere tutto sul porfido altoatesino.

Il seminario ebbe inizio con una relazione geologica da parte del Dr. Ulrich Obojes dell'Ufficio di Geologia e Prove Materiali della Provincia di Bolzano dove spiegava le particolarità della piattaforma porfirica di Bolzano. Si soffermò in particolar modo sulle caratteristiche di qualità e spiegava a cosa prestare particolarre attenzione.

Durante la successiva escursione guidata all'interno del sito estrattivo assieme al titolare della Ditta, Hannes Mathà, venne spiegato la via di una lastra estratta dalla parete fino al prodotto lavorato finito. Vennero inoltre spiegate le diverse tipologie di lavorazione della superficie e i vari prodotti realizzati sul posto.

Max Mayr della Ditta Porphyr Rotwand, infine, illustrò nella sua presentazione brevemente la storia e lo sviluppo delle cave di porfido altoatesine a Bronzolo e spiegava come il porfido, una volta utilizzato esclusivamente nelle opere stradali, è diventato un dettaglio ricercato per il giardinaggio e la paesaggistica. Anche negli interni modernamente arredati il porfido pone accenti interessanti e individuali.

Infine gli architetti hanno visitato la distilleria Fischerhof di Cornaiano e il suo locale di vendita arredato con il porfido di Monticolo.

 

< indietro News